Consigli utili su come raccogliere vecchie mappe

Mappe antiche dell'Europa del 1851

Può essere molto impegnativo realizzare visualizzazioni del rapporto dell’uomo con l’ambiente. Tuttavia, chiedete a qualsiasi collezionista di mappe e sicuramente vi dirà che le vecchie mappe sono la dimostrazione dell’ eccellente lavoro che hanno svolto per molti secoli. Ci sono molte cose che si imparano collezionando mappe che i principianti potrebbero non notare subito.

Com’è l’industria delle mappe da collezione in questo momento?

L’industria delle mappe si è significativamente ripresa dal rallentamento che quasi tutti i mercati dell’antiquariato hanno sperimentato dopo la crisi finanziaria di quasi un decennio fa. Al momento, c’è una forte domanda e interesse per una varietà di mappe antiche che vanno da quelle più comuni a quelle più rare. 

Mappe antiche dell'Europa del 1851
Mappe antiche dell’Europa del 1851

Come vengono definite o categorizzate le mappe in generale

Ovviamente, la categorizzazione più comune è basata sulla geografia raffigurata come mappe dell’Asia, mappe degli Stati Uniti, mappe del Texas e altre. 

Un altro modo in cui i collezionisti considerano le mappe è in base al tipo come ad esempio mappe pieghevoli o tascabili, atlanti, mappe murali, mappe ferroviarie, mappe delle prime esplorazioni di una particolare regione, libri con mappe, e altri. Ci sono collezionisti che categorizzano separatamente le mappe della città e le mappe pittoriche e le viste a volo d’uccello che diventano ancora più comuni durante l’inizio del 20° secolo. 

Mappe della città vecchia: Los Angeles
Vecchia mappa della città di Los Angeles

Specialità nel collezionismo di mappeg

Proprio come la maggior parte dei tipi di oggetti da collezione, i collezionisti hanno la tendenza a seguire la loro passione e a imprimere i propri interessi nelle loro collezioni. Detto questo, ci sono diversi temi che vengono spesso seguiti. Alcuni considerano le mappe come opere d’arte, in particolare le mappe antecedenti al XIX secolo, piene di figure allegoriche e vignette. Questi collezionisti raccolgono mappe in base al valore artistico e all’estetica percepita.  

Mappe antiche - Budapest, Ungheria
Mappe antiche – Budapest, Ungheria

La maggior parte dei collezionisti si concentra su alcune geografie rilevanti per loro, come il loro patrimonio, la loro residenza, e altri. Allo stesso modo, ci sono collezionisti che si concentrano su un certo periodo di tempo come prima del 18° secolo o un particolare tema o tipo di mappa come le mappe della guerra civile americana. A volte ci sono collezionisti generalisti, il che significa che raccoglieranno tutti i tipi di mappe. 

Elementi della mappa o caratteristiche che influenzano il valore e l’interesse dei collezionisti

Proprio come altre forme di antichità e arte, non c’è una rigorosa procedura formale che possa aiutare a definire il potenziale interesse o valore. Il valore è spesso una funzione della desiderabilità, dell’unicità, dell’età, della rarità, del cartografo, delle dimensioni della mappa e dell’impressione artistica, incluse le condizioni e la colorazione. 

Video: La Mappa di Piri Reis | Un’altra storia

Le prime mappe (https://oldmapster.com/) che hanno catturato una particolare geografia saranno probabilmente più preziose rispetto alla resa della stessa area fatta in seguito. Ci sono anche vecchie mappe che suscitano molto interesse e quindi i collezionisti le valutano di più. L’età è modestamente correlata al valore, ma ci sono mappe del 1600 che normalmente si vendono per un valore inferiore a quello di alcune mappe del 1800. La condizione è estremamente essenziale, in particolare per le mappe più comuni. In definitiva, la domanda dei collezionisti guiderà l’interesse e il valore che è poi influenzato dal resto degli elementi menzionati prima. 

Tipi specifici di mappe più convenienti o disponibili 

I progressi tecnologici nella fabbricazione della carta e nella stampa hanno fatto un salto significativo durante il XIX secolo. Il risultato è che la produzione di mappe è diventata meno costosa con una maggiore offerta di mappe dopo la metà del XIX secolo. 

La maggior parte delle mappe durante questo periodo sono abbastanza accessibili, comprese le mappe di cartografi prolifici come Mitchell, Colton e Tallis. Ci sono anche vecchie mappe che sono abbastanza attraenti, che coprono quasi tutte le aree geografiche con un’offerta sufficiente a garantire prezzi più bassi. I migliori esempi di queste sono le mappe di Belin della metà del 1700. 

Dove trovare le mappe e i fattori da considerare quando si acquistano mappe antiche o d’epoca

In generale, le mappe antiche sono per lo più disponibili presso le case d’asta, come ad esempio i rivenditori di mappe specifiche e diversi rivenditori di libri antichi e anche negozi di antiquariato generale, in particolare nelle destinazioni turistiche. È possibile aspettarsi che i prezzi siano molto più bassi alle aste dove ci sono meno spese generali di vendita che il prezzo deve coprire.

I commercianti hanno anche acquisito esperienza e conoscenza che si trasferisce in credibilità per i collezionisti seri. Considerando quanto sia importante la reputazione in un business di nicchia o di specialità come le mappe antiche, molti luoghi che mettono all’asta o vendono mappe offriranno un accordo equo agli acquirenti. Se avete intenzione di acquistare vecchie mappe, si consiglia di concentrarsi prima sull’oggetto stesso, se si adatta alla vostra collezione o meno, e poi sul valore. 

Quanto puoi aspettarti di pagare quando inizi una collezione di mappe?

La quantità specifica di denaro che il collezionista è disposto a spendere per una collezione di mappe è una questione puramente soggettiva. Detto questo, un collezionista può iniziare con grandi mappe a meno di 100 dollari e aggiungere ulteriormente alla collezione man mano che le mappe di interesse diventano disponibili nel suo budget stabilito. 

Una volta che la collezione inizia a crescere, la maggior parte dei collezionisti acquisisce più sicurezza nella comprensione delle vecchie mappe e la tendenza è quella di investire in mappe più rare e costose che hanno un prezzo superiore ai 1.000 dollari. Il segreto qui è semplicemente godersi e divertirsi con la propria collezione. Infine, è anche importante determinare se avete intenzione di custodire la vostra intera collezione o se intendete alternare le vostre mappe mentre ne vendete alcune nel tempo. 

Condizioni che influenzano la collezionabilità delle mappe

La condizione è estremamente essenziale, proprio come per altri oggetti d’antiquariato. Le dichiarazioni di condizione spesso si concentrano sulle mappe stesse con meno attenzione ai margini. Aloni o quelle piccole macchie dovute a impurità nella carta, scolorimento, macchie d’acqua o di muffa, spaccature o strappi, tonalità o imbrunimento o ingiallimento della carta, pieghe eccessive e porzioni mancanti sono buoni esempi di condizioni più scadenti o difetti di qualità. Come suggerisce il buon senso, le condizioni più scadenti possono essere perdonate nelle mappe rare. D’altra parte, le mappe più comuni in cattive condizioni avranno anche un valore inferiore. Non esiste inoltre un sistema universale di classificazione delle condizioni e, invece, molti commercianti si basano sul fornire un’opinione delle condizioni della mappa, anche se alcuni utilizzano anche un proprio sistema di classificazione.

Similar Posts:

    None Found
Both comments and pings are currently closed.